Se con questo caldo afoso ti sembra che le tue povere gambe stiano per scoppiare da un momento all’altro come un palloncino ad una festa di compleanno e non sai come liberarti da questa terribile sensazione di gonfiore che ti perseguita ogni giorno, allora leggi qui!

Immagina di non temere minimamente il caldo perché tu, nonostante l’umidità al 90% e il termometro che supera i 30 gradi all’ombra, hai le gambe fresche e leggere come se fossi al Polo Nord con tanto di mani ghiacciate e naso a mò di Rudolf perché la temperatura supera i – 50. (Come non sai chi é Rudolf, é la renna di Babbo Natale famosa per il suo naso rosso!)

Ti piacerebbe?
Immagino. Ma come sai, la realtà non é proprio così.

Oggi il termometro segna 33 gradi celsius. Fosse solo quello!
La cosa che non sopporti in assoluto di questa temperatura folle é l’umidità che ti fa sudare appena metti un piede fuori dalla porta di casa e che ti fa rimanere i vestiti appiccicati addosso appena ti alzi dalla sedia per sgranchirti un attimo.

É una sensazione che proprio ti manda in bestia.

Che poi non é finita qui, perché come se non bastasse hai le gambe che sono lì lì per scoppiare e che sofferenti ti implorano ‘Per favore, fai qualcosa! Non ce la facciamo più!’
In effetti le senti gonfie e a dirla tutta ti fanno proprio male.
Sei impaziente e non stai ferma un attimo: ti muovi da un posto all’altro, ti siedi e le accavalli, poi ti alzi e fai due passi. Ti tocchi le gambe e provi a fare un pò di pressione per vedere di sentire un pò di sollievo, ma niente. Non c’è nessuna posizione che ti fa stare meglio.
Non ti senti nemmeno libera di scoprirle indossando un bel vestito o una gonna perché alcune zone sono a chiazze e altre ondulate e… diciamo che non ti sentiresti proprio a tuo agio.

Hai provato anche tu questa sensazione? Se si, allora devo proprio dirtelo: trattasi di…

(Rullo di tamburi con sottofondo di ‘ooooo’….)

Ritenzione, quella maledetta! É lei la colpevole!

É proprio la ritenzione che ti fa sentire gonfia e pesante come se avessi una palla di cemento armato attaccato ai piedi e aimé lo fa nel momento meno opportuno. Quando?
D’estate ovviamente, quando sei già impegnata a lottare contro quel caldo afoso che ti si attacca addosso e non ti molla fino a tarda sera, quando per fortuna tira un po’ d’arietta e tu puoi goderti qualche ora di tregua.

É davvero fastidioso convivere tutti i giorni con questi due avversari.
Lo so, ti capisco benissimo.

Ecco perché oggi vorrei svelarti

COME SENTIRE LE GAMBE FRESCHE E LEGGERE ANCHE SE FUORI LA TEMPERATURA SUPERA I 30 GRADI E L’UMIDITÀ É ALLE STELLE

La ritenzione é un problema che può dipendere da diversi fattori, come lo stress o uno stile di vita irregolare.

– Sei talmente di corsa che a volte ti capita di saltare i pasti?
– Vai in palestra e fai allenamenti che neanche il miglior Bodybuilder sarebbe in grado di fare?
– Stai tutto il giorno in piedi o tutto il giorno a sedere dietro una scrivania?

Allora non ti preoccupare, é normale che tu soffra di ritenzione, ma quello che ti consiglio é di non perdere altro tempo e di agire, ORA!
No, non fra un mese e neanche dopo l’estate, ma ora!

Se trascuri la tua ritenzione, blocchi ancora di più il tuo corpo e rischi di creare danni permanenti su cui poi non ci puoi più fare niente come le vene varicose!  L’aspetto delle tue gambe peggiora e il dolore si fa sempre più forte fino a diventare insopportabile. E questi sono solo alcuni dei problemi che ti troverai ad affrontare se non inizi a far qualcosa subito.
Immagino tu non voglia assolutamente arrivare a quel punto, vero?

Ecco perché quello che devi fare é iniziare immediatamente un Programma di trattamenti manuali in un Istituto specializzato nel risolvere il tuo problema.

Questo é in assoluto l’unico modo per sbarazzarti una volta per tutte della sensazione di gonfiore e pesantezza dalle gambe che ti fa tribolare soprattutto d’estate.

Se anche tu vuoi liberarti per sempre da questa terribile sensazione, clicca sul link QUI sotto!

http://metodogambeleggere.it/programma-start/


Sentiti leggera come una piuma!

A presto,
Jenny

Tags:  

Scrivi una risposta

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

8 − quattro =