ECCO COME GIOVANNA A 50 ANNI HA TRASFORMATO IN SOLI 6 MESI IL SUO CORPO E ANCHE LA SUA VITA TORNANDO A SENTIRSI DI NUOVO BELLA E ATTRAENTE E RISOLVENDO A CATENA TUTTI QUEI PROBLEMI CHE LE CREAVANO ANSIE E PREOCCUPAZIONI, SENZA RICORRERE A TRATTAMENTI BREVI, STANDARD E CON L’USO DI MACCHINARI INVASIVI

Immagina di aver trovato finalmente la soluzione che cercavi proprio quando avevi perso la speranza e quando pensavi di dover accettare il tuo corpo così com’era anche se non ti faceva sentire bella e femminile.

Questa è la situazione in cui si è trovata Giovanna (il nome è inventato per rispettare la privacy della cliente) che ad un passo dalla rassegnazione, ha trovato proprio quello che cercava e ha così trasformato completamente il suo corpo . . . e anche la sua vita.

Vuoi sapere di cosa di cosa si tratta?
Continua a leggere l’articolo e scoprilo! Ma prima . . . lascio la parola a Giovanna, sarà lei stessa a raccontarti in che situazione si trovava e come si è riaccesa in lei la speranza dopo anni di fallimenti.

“Sono sempre stata attenta a curare il mio corpo fin da quando ero adolescente. Ovviamente a quell’età non bisogna impegnarsi più di tanto perché il metabolismo è più veloce e uno sgarro in più non crea problemi. Avevo un fisichino bello asciutto e potevo permettermi di indossare qualsiasi cosa senza la paura di sembrare l’Omino Michelin. Che bei tempi! Pantaloncini sopra il ginocchio e abiti stretti non erano un problema, anzi!”

Gli anni passavano e io continuavo ad avere un bel corpo. Sì, dovevo stare un po’ più attenta a quello che mangiavo e mi mantenevo in forma con un po’ di attività fisica, ma il mio corpo era l’ultimo dei miei problemi. Continuavo a permettermi vestiti quattro dita più in su del ginocchio e facevo una figura . . . tutto sommato niente male. Anche mio marito mi apprezzava tantissimo, mi guardava con gli occhi dell’amore: mi corteggiava come se ci conoscessimo da qualche mese. Meraviglioso!

Poi, aimè, sono arrivati gli ANTA! Penso tu sappia a cosa mi riferisco.
A dirla tutta a quarant’anni mi difendevo ancora bene. É alla soglia dei cinquanta che ho visto pian piano il mio corpo trasformarsi.
Non potevo di certo pretendere di essere snella e asciutta come quando avevo vent’anni (magari!), ma non credevo neanche che avrei mai visto il mio corpo cambiare in quel modo!
Mi spiego meglio: nel giro di qualche mese sono lievitata di almeno 5/6 chili, ho visto la mia pelle cambiare e diventare più ondulata ed elastica!

Tutte le volte che mi fermavo davanti allo specchio, avevo come la sensazione di essere imprigionata dentro un corpo che non era il mio! Come se mi fossi messa un costume che ero costretta ad indossare tutti i giorni contro il mio volere. Peccato che però quel costume non potevo sfilarmelo e piegarlo nell’armadio neanche la sera quando stanca e affaticata, tornavo a casa. Rimaneva appiccicato a me e io ero costretta a tenermelo addosso.

Non immagini il dolore che provavo tutte le volte che, ostinata, cercavo di infilarmi un paio di jeans che mi andavano bene fino a qualche mese prima: sembravo un cotechino, come se i jeans stessero per esplodere da un momento all’altro. Mi stringevano proprio e camminavo quasi goffa, impacciata.

Oppure quando andavo in un negozio e provavo un vestito che avevo appena visto sul manichino in vetrina: oltre a sembrare davvero l’Omino Michelin, ero costretta a chiedere alla commessa una o addirittura due taglie in più. Mi vergognavo.

In quel periodo ero davvero triste. Vedevo, come si dice, sempre il bicchiere mezzo vuoto e vedevo ogni cosa come un problema insormontabile. Avevo perso la voglia e la determinazione per fare qualsiasi cosa. Il mio corpo era diventato un grande problema che condizionava un po’ tutto: a lavoro ero demotivata e non vedevo l’ora che si facessero le 6 per andare via. Fuori dal lavoro avevo abbandonato ogni interesse: prima andavo a camminare, facevo yoga e spesso mi vedevo con le mie amiche per aggiornarci sulle ultime novità. Invece no, nell’ultimo periodo non ero più costante e avevo perso ogni stimolo.

Mi guardavo allo specchio e mi vedevo brutta, gonfia e tutto fuori che attraente.

Cosa mi stava succedendo?

Sicuramente stavo mettendo davanti a tutto ansie e preoccupazioni del lavoro, problemi in famiglia, questioni burocratiche da sistemare e la situazione mi stava sfuggendo di mano.

Avevo dato priorità a tutte queste cose e messo in secondo piano una cosa importantissima: il mio corpo.

Come potevo pensare di cambiare le cose se io ero la prima a non stare bene?

Il mio vero problema erano quei 5/6 chili in più che mi facevano sentire un cotechino appena sfornato alla cena di Capodanno e le mie gambe a mozzarella che si gonfiavano a mò di palloncino soprattutto in certi momenti della giornata, tipo quando stavo ore e ore a sedere dietro la scrivania.

Così un giorno ho deciso di prendere in mano la situazione e di fare qualcosa.
Ero sicura che con un bel corpo avrei risolto a catena tutti quei problemi che mi creavano stress e ansie continue.

Così mi sono documentata: ho cercato su Internet, ho parlato con alcune mie amiche e colleghe e ho capito che per risolvere il mio problema potevo iniziare un ciclo di trattamenti.

E così ho fatto: sono andata in un centro estetico della mia città e ho acquistato un pacchetto di 6 trattamenti.

Ero contenta perché finalmente dopo tanto tempo stavo facendo qualcosa per me stessa, per stare meglio.

Ho iniziato a fare i trattamenti e da subito hanno usato su di me dei macchinari: diciamo che per tutta la durata del trattamento mi lasciavano in cabina da sola insaccata in questo macchinario che doveva drenare le mie gambe.

In realtà ero un po’ titubante perché non credevo che un macchinario potesse trasformare il mio corpo, ma ho scelto di affidarmi a loro. In fondo era il loro lavoro.

Inutile dirti che alla fine del ciclo di trattamenti ero tutto tranne che soddisfatta. Non avevo visto nessuna differenza. O meglio, lì per lì mi sentivo un po’ più sgonfia e la pelle era un po’ più liscia, ma ero praticamente uguale a prima. Anzi, le settimane successive la situazione è a dir poco peggiorata. Ho preso 2 chili!

Non ci potevo credere. Avevo anche iniziato a mangiare bene: mi facevo delle porzioni piccolissime e non sgarravo praticamente mai! Com’era possibile?

Aspetta però, quello che non ti ho ancora detto è che quello è stato solo l’inizio di una serie di “tentativi falliti”.
Ti spiego meglio: io sono una persona molto determinata e di solito non mi fermo alla prima difficoltà. Ecco perché dopo quella prima esperienza negativa ho deciso di non abbattermi e di andare avanti e provare altre soluzioni.
Cosa ho fatto nello specifico? Mi sono affidata ad altri 2 centri estetici e ho fatto altri cicli di trattamenti.

Ci credi se ti dico che sono uscita triste e amareggiata anche da queste due esperienze?

Mi fa ancora andare in bestia il pensiero di aver speso tempo e soldi inutilmente!
Ai tempi mi ero fatta un fegato grande come una casa e inutile dirti che mi ero gonfiata ancora di più.

Ero quasi irriconoscibile. Dove era finita la Giovanna di un tempo, bella, sorridente e sicura di sé?

Per un periodo ho iniziato a credere davvero che il problema fossi io, che ci fosse qualcosa in me che non andava.

Ho iniziato a pensare che non c’era più niente da fare e che forse dovevo accettare il mio corpo così com’era.

Forse dovevo farmene una ragione: avevo ormai 50 anni, mi stavo avvicinando alla menopausa e il mio corpo non reagiva più come quando avevo 20 anni.

Così ho chiuso con tutto. Niente più centri estetici, niente più trattamenti, niente di niente.

Ho passato mesi e mesi ad accettare il mio corpo così com’era; a farmi entrare in testa l’idea che ormai non potevo più farci niente.
Dovevo rinunciare per sempre alla mia femminilità.
Dovevo rinunciare all’idea di sentirmi bella e apprezzata da mio marito.
Dovevo trovare un nuovo equilibrio a lavoro e in generale nella mia vita.

Non potevo più collegare la mia insoddisfazione al fatto che non avevo il corpo che desideravo.

Te lo assicuro per un po’ ci ho provato e pensavo di esserci riuscita, fino a che . . .
per caso un giorno sono passata davanti ad un Istituto che mi ha incuriosito perché dalla vetrina si capiva che era specializzato nel modellamento del corpo e in particolar modo nel problema di ritenzione alle gambe.
Mi ha incuriosito e appena sono arrivata a casa ho subito cercato di scoprire di più cercando su Internet.

Ho guardato il loro blog e ho iniziato a leggere i loro articoli, uno dietro l’altro.
Non avevo mai letto degli articoli del genere!
Parlavano dell’importanza di trattare tutto il corpo senza l’uso di macchinari e in modo personalizzato.

La cosa che mi ha colpito più di tutte è stata proprio che ripetevano praticamente in ogni articolo che è fondamentale trattare tutto il corpo e farlo da più punti vista.

Cosa significava tutto questo? Nessuno mi aveva mai detto una cosa del genere!

Vuoi sapere cosa ho pensato in quel momento?
Sinceramente ero un po’ combattuta. Ci provo o lascio perdere? E se è l’ennesima fregatura?

Poi ho deciso di mettere davanti la mia determinazione e di crederci . . .per l’ultima volta. Ho alzato la cornetta e ho fissato il primo appuntamento.

Vuoi sapere cosa penso ora?

Penso che quel giorno ho fatto bene a fidarmi del mio istinto. In quel periodo ero ad un passo dalla rassegnazione, ma non avevo ancora perso completamente la speranza. E oggi ti dico che ho fatto bene.

Ho iniziato il Programma di trattamenti del Metodo Gambe Leggere da circa 6 mesi e devo dire che i risultati sono strepitosi!

Ho perso i chili di troppo che mi facevano sentire intrappolata in un corpo che non sentivo mio! Le mie gambe hanno cambiato completamente forma: ora sono più snelle, lisce e a fine giornata non sento più quella sensazione fastidiosa di gonfiore che mi rendeva nervosa e stressata!

Ti dico la verità: ho rispolverato dall’armadio dei vestiti che credevo non sarei mai più riuscita ad indossare! Mi infilo i jeans e davanti allo specchio sorrido, perché finalmente dopo anni e anni di insoddisfazione oggi il mio corpo mi piace: mi sento bella, femminile e anche mio marito me lo conferma ogni giorno con tanti piccoli gesti. È tornato a corteggiarmi come una volta ed è quasi diventato geloso da quando mi vede uscire di casa la mattina con quel vestito un po’ attillato e quelle scarpe con un po’ di tacco!

Tutto si è incastrato alla perfezione! Anche a lavoro ci vado con il sorriso, con tanta voglia di fare e ho ripreso in mano la situazione!

Il punto di svolta sono stati i trattamenti. Sì, perché non sono solo trattamenti, è proprio un nuovo stile di vita che ti porta a sentirti bene con te stessa e con il tuo corpo.

Se posso esserti d’aiuto, vorrei spiegarti perchè iWell è diverso rispetto agli altri centri estetici che ho frequentato in questi anni:

  1. Ha un Metodo di lavoro, il Metodo Gambe Leggere, che prevede trattamenti completamente manuali. Quindi non usano nessun tipo di macchinario, solo ed esclusivamente trattamenti manuali.
  2. I Programmi del Metodo Gambe Leggere non prevedono trattamenti brevi o localizzati, ma trattamenti lunghi e combinati che sono gli unici davvero efficaci per vedere il tuo corpo cambiare. Se vuoi fare una cosa la devi fare bene!
  3. Lavora in modo molto organizzato con dei protocolli studiati su misura per risolvere il tuo tipo di problema. Non fa trattamenti standard ma personalizzati in base alle esigenze della cliente.

Il consiglio che posso darti è che se decidi di affidarti ad iWell e al suo Metodo di lavoro devi, prima di tutto:

  1. Soffrire di ritenzione, parlo della sensazione di gonfiore e pesantezza che ti fanno sentire come se avessi una palla di cemento armato attaccata ai piedi da trascinarti dietro tutti i giorni. iWell è un Istituto specializzato in Modellamento corpo e lavora contro la ritenzione.
  2. Devi accettare il fatto che per vedere dei veri risultati che siano duraturi c’è bisogno di tempo. Devi rispettare i tempi del tuo corpo. Non puoi pensare di cancellare anni e anni di sbagli cavandotela con 6 o 7 trattamenti. Sarebbe bellissimo, ma parliamoci chiaro, non è realistico.
  3. I trattamenti sono importantissimi, ma la tua determinazione e la tua costanza lo sono di più. Dal momento che decidi di iniziare un Programma di trattamenti, devi mettere in conto che dovrai impegnarti anche a casa a seguire i consigli che ti vengono dati. Devi essere pronta al cambiamento e quindi a rivedere tutte le tue abitudini.

Solo così i trattamenti in Istituto sono davvero efficaci.

Quello che mi sento di dire oggi è che puoi davvero ottenere dei risultati strepitosi e trasformare il tuo corpo, ma per farlo devi affidarti a chi è specializzato nel risolvere il tuo problema; ma il vero segreto del tuo cambiamento dipende da te, dalla tua determinazione, dalla tua voglia di metterti in gioco.”

Questa è la storia di Giovanna raccontata da lei in prima persona. Giovanna è una mia cliente da circa 6 mesi e sì, te lo confermo, ha ottenuto i risultati strepitosi che ti ha raccontato in questo articolo.

Sono davvero fiera di lei perché oltre a seguire alla lettera le mie indicazioni, ha dimostrato una determinazione e una voglia di cambiare davvero difficili da trovare.

A questo punto però vorrei farti capire che queste non sono solo belle parole e che con un po’ di impegno, puoi davvero trasformare il tuo corpo e sentirti di nuovo bella e sicura di te! In che modo?

Clicca sul link qui sotto e guarda con i tuoi occhi le testimonianze di alcune mie clienti che si sono affidate a me e al Metodo Gambe Leggere!

metodogambeleggere.it/programma-start/

Ricorda che se lo vuoi veramente, non è mai troppo tardi per cambiare!

A presto,
Jenny

Scrivi una risposta

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

nove − otto =