CI SIAMO QUASI . . . SEI PRONTA?

Sai di cosa parlo?
Mi riferisco alla tanto temuta PROVA COSTUME.

Mancano ancora 4 mesi, ma sei già in ansia, vero?

Tranquilla, non disperarti!
Oggi ci tengo a darti qualche consiglio per evitare di farti arrivare alla prova costume impreparata.

Leggi un po’ qui:

⛔️ NON SOTTOPORTI A TRATTAMENTI URTO CON MACCHINARI INVASIVI
A breve lanceranno mille promozioni con pacchetti flash a prezzi stracciati. Ti prometteranno risultati miracolosi, ma tu . . . non cedere!
Se vuoi ottenere risultati duraturi nel tempo, il tuo corpo ha prima bisogno di una preparazione accurata ed efficace senza l’utilizzo di macchinari.
Usare macchinari su un corpo non preparato, non fa altro che appesantirlo e gonfiarlo!

⛔️ NON AFFIDARTI A CHIUNQUE PROPONE PACCHETTI CORPO
Il tuo corpo non è uguale a ...

Continua a leggere!

NON CEDERE! NON È LA SOLUZIONE ADATTA A TE!

È appena passato il Natale e sono sicura che ce l’hai messa tutta per non cedere alle tentazioni, ma ahimè . . .a qualcuna non sei proprio riuscita a rinunciare. Sbaglio?

Non voglio sgridarti, perché in fondo lo so che di fronte ad una fetta di panettone immersa nel mascarpone appena preparato è proprio difficile dire di no.

So cosa vuol dire, per questo oggi voglio parlarti di altro.

Sicuramente in questi giorni hai mangiato qualche boccone di troppo e il tuo corpo te lo sta dicendo: ti senti più appesantita del solito; le gambe, in particolare, le senti più pesanti e gonfie. È così?

Immaginavo, so perfettamente la sensazione che stai provando!

Ecco perché, voglio dirti i 3 errori che devi assolutamente evitare se non vuoi rischiare di peggiorare la tua situazione:

Continua a leggere!

E A TE CHI CI PENSA?

Chi pensa a te? Chi si prende cura di te?

Proprio l’altro giorno, parlando con una cliente, ho capito quanto le persone abbiano bisogno di ritagliarsi del tempo per loro stesse. . .

. . . di spegnere il cellulare e lasciare da parte ansie e preoccupazioni . . .

Oggi voglio raccontarti la storia di Claudia, una mia cliente ormai da qualche anno.

E’ una donna molto impegnata: tra il lavoro e la famiglia è sempre di corsa e non riesce mai a dedicare qualche minuto a sé stessa.

Ma qualche giorno fa ha detto BASTA!

Si. . .
HA PRESO UNA DECISIONE RADICALE!

Lasciami dire da dove è partito tutto!

Era un po’ di tempo che Claudia non veniva in Istituto.

Aveva dato precedenza ai suoi mille impegni.

Qualche giorno fa, ha fissato un appuntamento e quando è arrivata ho notato subito che av...

Continua a leggere!

SE HAI PAURA DELLA VERITA’ NON LEGGERE QUESTO ARTICOLO!

Più navigo su Internet più mi appaiono promozioni di trattamenti miracolosi, ecco perché voglio svelarti la verità! 

Purtroppo oggi è molto difficile capire chi realmente ti può aiutare a risolvere il tuo fastidioso problema, questo perché siamo bombardati da migliaia di informazioni ogni giorno.

La frustrazione che provi nel voler trovare una soluzione, per sconfiggere il tuo problema è davvero straziante.

Ti senti confusa, dubbiosa e non sai cosa scegliere.

Quello che in realtà chiedi è di sentirti di nuovo leggera e in forma. Non ti importa come, ma lo desideri davvero.

Questa confusione ti porta a fare scelte sbagliate, a imbottirti di pillole dimagranti, a stare a digiuno, a bere beveroni sostituivi dei pasti, a fare allenamenti massacranti 3/4 volte a settimana e a fare ...

Continua a leggere!

QUANDO CI VEDIAMO?

Io e te, quando ci vediamo?

Quando vuoi eliminare una volta per tutte quella sensazione di pesantezza alle gambe?

Forse hai già letto gli articoli che ho pubblicato sulla pagina ed in molti, se non in tutti, ti sei ritrovata e hai pensato ‘Si, questo è proprio il mio caso!’

Ma non ti sei ancora decisa a contattarmi.

Cosi, ho provato a capire il perché:

– Forse sei diffidente?
– Temi che le mie siano solo belle parole e hai paura di non ottenere risultati?

Per sfatare questa tua convinzione e dimostrarti che il Metodo Gambe Leggere e’ davvero efficace, ti racconto la storia di Maria.

Maria e’ una mia cliente ormai da 1 anno.

Si e’ presentata in Istituto perché il dolore alle gambe era cosi ricorrente da impedirle di affrontare le giornate con serenità: era spesso di malumore...

Continua a leggere!